La vittoria nel derby vale una storica salvezza in A2

0
38

È festa in casa US Torri, che martedì 12 marzo ha sconfitto a Camisano l’Arcom HMT con il punteggio di 23-27 e ha matematicamente conquistato con 5 giornate d’anticipo la prima salvezza della sua storia in Serie A2. Nel recupero della sesta giornata di ritorno, il Torri ha replicato il successo dell’andata in una partita molto intensa ma mai nervosa, un derby che ha dato molto spettacolo in campo e sugli spalti. Entusiasta mister Havlicek per la prova dei suoi, specialmente dal 15’ del primo tempo in poi: “Questa partita aveva una grande importanza per entrambe le squadre, infatti è stata tesa all’inizio, poi il gioco si è aperto e la sfida è stata molto combattuta e sportiva. Noi abbiamo fatto un bellissimo gioco di squadra, che mi è piaciuto particolarmente, in difesa siamo stati grintosi, in attacco disciplinati, per cui complimenti ai ragazzi per la vittoria!”

Dopo una fase di studio, la partita si accende per merito dei padroni di casa, che sfruttano il loro agonismo e un gioco molto preciso ed efficace per portarsi in vantaggio 7-2 dopo i primi 15′ minuti, in cui il Torri fatica a trovare i giusti meccanismi in attacco e in difesa. Coach Havlicek corre ai ripari e con un time out riorganizza la squadra, che nella seconda metà del tempo prende sempre più fiducia e coraggio, spinta anche dalle parate di Carraro, che sarà decisivo anche nel finale di gara. Norberti e Gherardi segnano subito due reti, il Torri ci crede e prima accorcia a -2 al 23′, poi nel minuto finale trova il gol che vale il -1 a fine primo tempo sul punteggio di 11-10. Nel secondo tempo, le due squadre ripartono fortissimo: in due minuti Popoiu e Zanotto concretizzano la rimonta e firmano il primo vantaggio per gli ospiti. L’HMT però non demorde e al 36′ torna avanti di 2 reti, trascinato da Stefanelli. Il Torri è in partita, in porta Morbin entra bene parando quasi tutto, la squadra si carica ancora e sfruttando il gioco veloce ed organizzato in attacco si costruisce molti tiri dall’arco e alcuni rigori, occasioni che Gherardi, Zanotto e Zennaro non sbagliano e che portano a 3 le reti di vantaggio al 46′. Dopo cinque minuti punto a punto, al 53′ Nardin e ancora Gherardi allungano sul +5, sfruttando anche il calo fisico dell’HMT. Nel finale, il Torri gestisce bene il vantaggio e il rigore di Vucic allo scadere ferma il punteggio sul 23-27 finale, per la gioia dei tanti calorosi tifosi del Torri che possono festeggiare vittoria e salvezza.

Il prossimo impegno è già previsto per domenica 17 al Pala Villanova contro gli austriaci del Medalp Tirol, vicecapolista.

TABELLINO
ARCOM HMT
: Cecili G., Spollon N. 3, Casarotto W. 1, Lucarini R., Menin F., Giuriato M., Stefanelli D. 7, Lollo A. (VK) 5, Casarotto C., Pasquale M. (K) 2, Giuriato S., Scanferla D., Toffanin G., Macari T., Vucic L. 4, Coccimiglio D. 1. ALL: Menin D.
US TORRI: Zennaro Nicolò 2, Zanotto Luca 6, Gherardi Simone 10, Omenetto Leonardo (VK), Rachid Ismail 1, Popoiu Claudiu Razvan 3, Norberti Stefano (K) 2, Nardin Nicola 2, Lombardi Marco 1, Dal Monte Luca, Zennaro Mattia, Bicego Alvise, Tonini Andrea, Giolo Davide, Carraro Andrea, Morbin Sebastiano. ALL: Havlicek Robert.